EROS

di Giovanni Verga

Eros racconta le passioni sfrenate e gli amori impossibili del protagonista, il marchese Alberti, un uomo alla continua ricerca di un equilibrio interiore ma che scopre proprio attraverso queste esperienze la sua sostanziale incapacità di vivere. Il marchese viaggerà in giro per il mondo, passando da una relazione all’altra lasciandosi travolgere dalle emozioni, ma non riuscirà mai a trovare la pace tanto desiderata, almeno fino a quando, tornato nella sua amata Firenze, sposerà l’amore della sua adolescenza. Il matrimonio, però non gli darà la serenità tanto desiderata e dopo il fallimento della sua ultima avventura amorosa e la morte della moglie, decide di andare incontro al suo tragico destino.

LIBRO-2DEros

ISBN 978-88-6872-122-0
Collana I Classici
Formato 12×18
Pagine 112

 un Verga inedito che racconta di eros e passione nella decadente società aristocratica dell’Ottocento.

Autore-Giovanni-Verga
Giovanni Verga, nato a Catania nel 1840, fu il massimo esponente del verismo. Nel 1865 compose i suoi primi romanzi Una peccatrice e Storia di una Capinera. In seguito alla scoperta del naturalismo francese Verga matura la sua svolta verso il verismo che sarà segnato dalle sue opere più celebri ambientate in Sicilia: Vita nei campi, I Malavoglia, Novelle rusticane, Mastro don Gesualdo, 1889. Oltre che alla narrativa si dedicò anche alle opere teatrali, caratterizzate da una forte drammaticità Cavalleria rusticana, 1884; La lupa, 1884; In portineria, 1885; Dal tuo al mio, 1903.

Rassegna stampa