SENSO

di Camillo Boito

L’amore di una giovane contessa veneziana ammaliata dal fascino virile di un giovane ufficiale austriaco bello e dannato. La passione la spinge prima all’adulterio, poi alla disperazione, infine all’umiliazione, quando si rende conto che Remigio mirava soltanto a ottenere da lei il denaro per poter disertare. Nelle lettere segrete di Livia, l’amore, il tradimento e l’inganno tra coinvolgimento e malinconia.

libro-2dsenso

ISBN 978-88-6872-107-7
Collana I Classici di Cento Autori
Formato 12×18
Pagine 112

Un classico della letteratura italiana. da questo romanzo è stato tratto l’omonimo film di Luchino Visconti

Camillo Boito (Roma 1836 – Milano 1914) è stato un architetto e scrittore italiano. Figlio dell’artista Silvestro Boito e fratello maggiore del letterato e musicista Arrigo Boito. Partecipa al movimento letterario della Scapigliatura debuttando con Storielle vane (Milano 1876) e seguite nel 1883 da Senso. L’ultima opera da lui scritta fu Il maestro di setticlavio una raccolta di racconti pubblicata nel 1891.

Rassegna stampa